Mappe e dintorni

La cartografia basata sulla triangolazione descrivere i luoghi mediante riduzione a reticolo cartografico mirando alla riduzione della complessità a fini di controllo. Per questo non è più in grado di cogliere le trasformazioni del territorio contemporaneo, soprattutto i segni minuti di possibili innovazioni. Serve una rappresentazione che tracci mappe a partire da punti di vista plurali e complessi.

Qui trovate alcuni materiali, forse utili, per ragionare sulla rappresentazione cartografica e comunque qualche esempio di mappe ben fatte.

  • Ritmi negli spazi interclusi Le mappe non sempre sono disegni statici, ma possono risultare strumenti per restituire una qualche forma di dinamica. Il ritmo che caratterizza lo spazio urbano chiede una forma di lettura che ...
  • Mappe ben fatte 2 Un secondo esempio di mappa sviluppata a partire da analisi su dati geografici disponibili liberamente, che sfrutta le potenzialità dell’immagine per esprimere quella sintesi di informazioni necessaria ad analizzare differenti ...
  • Mappe ben fatte 1 La mappa che trovate qui è stata elaborata per una analisi del paesaggio del comune di Scandicci (FI). Oltre ad avere ottime qualità per quanto riguarda i contenuti e le ...