Icone urbane. Fotografie come strumento di analisi del territorio

Per il secondo anno consecutivo il seminario “fotografia come strumento di indagine urbana” ha cercato di leggere un tema legato alla trasformazione ed all’uso che degli spazi urbani facciamo. La traccia proposta agli studenti ha portato a riflettere più sull’urbano consolidato rispetto alla precedente edizione che aveva spostato l’attenzione su spazi indefiniti e privi del consolidamento che deriva da una… Read more →

Ritmi negli spazi interclusi

Le mappe non sempre sono disegni statici, ma possono risultare strumenti per restituire una qualche forma di dinamica. Il ritmo che caratterizza lo spazio urbano chiede una forma di lettura che ne restituisca il dinamismo. Gianluca Fenili, Marco Franchini, Giorgio Ghelfi, con le musiche di Marzio Del Testa hanno provato a mappare aritmia, poliritmia, ecc. aggirandosi fra gli spazi interclusi… Read more →

Spazi interclusi. La fotografia come strumento di analisi del territorio

La pubblicazione che è possibile consultare da questa pagina è il frutto di un seminario tenuto presso il Dipartimento di Architettura dell’università di Firenze sul tema della fotografia come strumento di indagine urbana. Il tema da indagare era quello degli spazi interclusi, oggetto già di altre ricerche sviluppate da docenti, ricercatori e collaboratori negli ultimi anni. Al lavoro hanno collaborato… Read more →

New Cities and Migration

Pubblicato il volume New Cities and Migration, a cura di Roberto Bologna, in cui è presente il saggio “Urban fragments and fringe areas, in-between spaces as an opportunity for the city” di Iacopo Zetti e Maddalena Rossi che costituisce un primo risultato della ricerca “Dal frammento urbano all’innovazione territoriale. Linee guida per la risignificazione di aree di margine”. Altre pubblicazioni… Read more →

Città informali. Di Giorgio Pluchino

Città informali. Il caso di Scoglitti Idee per un progetto di riqualificazione del territorio Tesi di laurea di Giorgio Pluchino che discute del difficile tema dell’abusivismo e del recupero della città abusiva ed informale con strategie “leggere” di riqualificazione e riduzione degli impatti negativi. Il tutto alla ricerca di un equilibrio fra l’esigenza di indispensabili garanzie ambientali, ripristino della legalità… Read more →

La vocazione del vuoto. Di Paola Ines Diaz Montalvo

LA VOCAZIONE DEL VUOTO Studio e progetto degli spazi interclusi nel comune di Perugia È il titolo della tesi di laurea di Paola Ines Diaz Montalvo. Un lavoro di ricerca che affronta il tema della riqualificazione degli spazi di margine della città contemporanea confrontandosi con un caso specifico e che si pone con atteggiamento critico e propositivo davanti agli “scarti”… Read more →

Firenze Fotografia

A partire dal prossimo 29 ottobre si svolge alle Murate “Firenze Fotografia“. La prima giornata sarà dedicata ad una serie di eventi e presentazioni. Nentre tre mostre rimarranno aperte anche successivamente: Dario Mitideri: “30” Davide Virdis: “Uomini d’Acqua“ Simone Cecchi: “Ritratti Fiorentini”. Read more →

Open day alla Fondazione Giovanni Michelucci

Villa Il Roseto è stata la casa di GIovanni Michelucci dal 1958. Sabato 22 ottobre apre le porte ai visitatori (14:30 – 18:30) per presentare il lavoro della Fondazione ed il programma delle iniziative autunnali. La Fondazione è stata costituita dallo stesso Michelucci con “lo scopo di contribuire agli studi ed alle ricerche nel campo dell’urbanistica e della architettura moderna… Read more →

Alessandro Balducci – Charles E. Lindblom. Pierluigi Crosta – Albert O. Hirschman

Due urbanisti contemporanei e due maestri del recente passato. Alessandro Balducci commenterà e discuterà il testo Inquiry and change. The troubled attempt to understand and shape society di Charles E. Lindblom Pierluigi Crosta Development Projects Observed di Albert O. Hirschman Rispettivamente martedì 21 giugno, ore 11 e mercoledì 22 giugno alle 16 presso l’università di Firenze, Palazzo di San Clemente,… Read more →

Mappe ben fatte 2

Un secondo esempio di mappa sviluppata a partire da analisi su dati geografici disponibili liberamente, che sfrutta le potenzialità dell’immagine per esprimere quella sintesi di informazioni necessaria ad analizzare differenti forme del paesaggio. La fonte dei dati geografici è Il Sistema Informativo Territoriale e Ambientale (SITA) della Regione Toscana. L’elaborazione è della studentessa Assunta Agostino, il territorio il comune di… Read more →